Europee nell’area Nord di Napoli: Cinque Stelle in calo ma primi a Caivano e Giugliano

Se a livello nazionale il M5s ha ottenuto appena il 10%, al Sud il partito di Conte ha raccolto un numero importante di preferenze. In Campania è la seconda forza politica con il 20,77%.

Europee nell’area Nord di Napoli: Cinque Stelle in calo ma primi a Caivano e Giugliano

I pentastellati fanno il pieno dei voti a Giugliano, terza città della Campania, con il 29%. A Caivano, nonostante il decreto ad hoc per rilanciare il territorio e le visite istituzionali della Meloni, i pentastellati sono stati premiati con il 32% dei voti. Il Partito Democratico, invece, ottiene il primato in Campania con il 22,20%. Recordman di preferenze è il villaricchese Lello Topo con 114.424 voti. Arriva terzo Fratelli d’Italia in Campania, sebbene a livello nazionale sia primo partito nazionale. Un andamento, quello a livello regionale, che si rifletterà anche a livello comunale, in particolare in quei Comuni chiamati al rinnovamento del consiglio comunale.

Le preferenze comune per comune

A Giugliano si conferma primo partito il Movimento 5 Stelle con quasi il 29%, seguito dal PD che sfiora il 20%, con Lello Topo come candidato più votato in città, superando le 3.000 preferenze. Al terzo posto si trova Fratelli d’Italia con il 17,4%. Azione ottiene un buon risultato rispetto alla media regionale, conquistando il 10%, seguita dai Verdi al 7,32% e Forza Italia al 6,69%. Stati Uniti d’Europa raccoglie poco e si ferma al 3,46%.

A Qualiano vince il Movimento 5 Stelle con quasi il 30%, ma si sente la presenza del deputato Michele Schiano: Fratelli d’Italia arriva infatti al 23,89%. Mugnano è giallorossa con il Movimento al 33% e il PD al 21%.

Melito è una roccaforte del Movimento 5 Stelle, che supera il 40%, con Fratelli d’Italia fermo all’11,95%. Risultato simile ad Arzano, con il Movimento 5 Stelle al 38,8%. Anche Sant’Antimo è grillina, con il Movimento al 35% e il PD al 17%, mentre Fratelli d’Italia si ferma al 14%. Stati Uniti d’Europa va male, fermandosi al 3,34% nonostante l’ingresso di Cesaro in Italia Viva.

A Marano, il primo partito è il Movimento 5 Stelle con il 32%, seguito dal PD con il 19,64%. La terza piazza è occupata da Fratelli d’Italia con quasi il 15%. A Calvizzano Pd primo con quasi il 30% seguito dal Movimento al 26,4%. Fdi al 13% e Fi al 10%.

A Casoria, il Movimento 5 Stelle è primo con il 34,06%, seguito dal PD con quasi il 20% e Fratelli d’Italia al 14,79%. Frattamaggiore, invece, vede una valanga PD che arriva al 34,78%, staccando il Movimento 5 Stelle al 18,65% e Fratelli d’Italia al 16,1%. Scenario diverso ad Afragola, dove vince il Movimento 5 Stelle con il 22,23%, seguito dalla Lega di Salvini, rappresentata dalla sottosegretaria Castiello, con il 17,37% e la candidata locale Angela Russo che raccoglie oltre 2.000 voti personali. Terza piazza per Fratelli d’Italia con il 14%, seguita da Forza Italia con il 13,5%, e solo quinto il PD.

A Casalnuovo, il Movimento 5 Stelle è al 27,7%, ma si sente il peso del sindaco Pelliccia, con Forza Italia al 21% e Fulvio Martusciello che raccoglie 1.930 voti di preferenza. A Caivano, nonostante la presenza assidua del governo nel Parco Verde, il Movimento 5 Stelle è primo con il 32,8%, seguito da Fratelli d’Italia con il 24,58%, con Giorgia Meloni come la più votata in città.

Area Flegrea

Nei comuni flegrei, la mappa del voto varia notevolmente da città a città. A Pozzuoli trionfa il PD di Gigi Manzoni con oltre il 30%, e Lello Topo si conferma recordman di preferenze, superando le 3.500 schede. Segue a ruota il Movimento 5 Stelle con quasi il 27%. Alleanza Verdi Sinistra ottiene un exploit con il 12%, mentre Fratelli d’Italia resta sotto il 10% e Forza Italia si ferma al 5,35%. A Quarto, PD e Movimento 5 Stelle sono appaiati al 27%, con Topo che raccoglie quasi 2.000 voti. Fratelli d’Italia si ferma al 12,12%, mentre Verdi Sinistra e Forza Italia superano il 10%.

Scenario diverso a Bacoli, dove il Movimento 5 Stelle è il primo partito, seguito a ruota dagli uomini di Giorgia Meloni con rispettivamente il 24,25% e il 21,3%. Il PD è solo terzo con il 20,35%. Il voto congiunto con le amministrative ha premiato Fratelli d’Italia rispetto agli altri comuni. Anche a Monte di Procida, dove si votava per le amministrative, a sbaragliare la concorrenza è il Movimento 5 Stelle, con un pieno di preferenze per il candidato Lelio Mancino. Fratelli d’Italia ottiene il 18,8%, mentre il PD è solo terzo con il 13,78%.

Post correlati

Torna in alto